Palazzo Ciampoli


… Residenza signorile di architettura tipicamente spagnola. La data della costruzione (1412) si legge sullo stemma a forma di rombo posto alla sommità del portone d’ingresso. Sorge al centro del “borgo” medioevale, che si estendeva dalla torre dell’Orologio a porta Catania, ed ha sullo sfondo le rocce del Castello.

E’ una costruzione a due piani: quello superiore, destinato originariamente ad ambienti residenziali e di rappresentanza, ha nel prospetto principale cinque finestre bifore, visibili dal corso Umberto. Al piano terreno, negli anni del secondo dopoguerra, c’era uno dei night-club più importanti di Taormina, il Sesto acuto. Oggi, parte del piano terreno e quasi tutto il primo piano ospitano un albergo, il Palazzo Vecchio.

Ciampoli era il nome degli ultimi proprietari. Adesso il palazzo, acquistato negli anni scorsi dalla Regione Siciliana, è passato in proprietà al Comune di Taormina, che ha in programma di destinarlo a museo, con una parte dei locali da riservare a saloni di rappresentanza, anche per meeting culturali e turistici, conferenze internazionali, congressi.